domenica 6 marzo 2011

salendo alta nell'aria




Salendo alta nell’aria, questa voce,
Facendosi più calde, meno rare
Le correnti, si unisce alla precoce
Sera, si incrina e increspa contro il mare;

Invece in quella terra da cui parte
Il grido, quella parte d’ombelico
Di uno che intravisto da una parte
Tremare dentro recita al nemico

La ferita dando ogni forza all’erba
Che ne accoglie le membra e si distacca
Poco a poco una pelle che non serba

Più acqua o proteine, in cui la sacca
Dell’uretra si scassa e quanto innerba
La lacca delle urine gela in biacca.

Andrea Raos
(da "Aspettami, dice", Pieraldo 2003)

3 commenti:

amanda ha detto...

grazie del bellissimo regalo

sergej ha detto...

grazie ad andrea raos, piuttosto ;-)

amanda ha detto...

certo ma magari a lui non ci sarei arrivata :)