giovedì 23 ottobre 2014

"lontano, ero con te..."

E se per esempio ti dicessi
che sono io a non sapere che cosa
dire – che le parole fanno groppo
e quello che a te arriva è un balbettio
francamente penoso – se ti dicessi
che la tua voce è scesa a perpendicolo
e ha colpito con precisione
se ti dicessi che anche la luce
era diversa dopo averti parlato

ecco magari non mi crederesti
e allora tutto ciò che posso dirti
è che non sei soltanto
una voce – che sei il nocciolo di me
sei la mia carne lontana
il mio dolore più dolce.

mercoledì 22 ottobre 2014

cronache familiari: tutti tutti?

Lorenzo - Mamma, com'ela buono questo planzo!
Mamma - Questa era la cena, ciccio.
Elena - Lui confonde sempre il pranzo con la cena!
Lorenzo - A TUTTI CAPITA DI BBAIAAAREEEEEEE!!!!!!

martedì 21 ottobre 2014

cronache familiari: al parco giochi

"Eli, vieni anche tu quattù, pecché ti vede meglio da qui che non da una ttupida giostla!"

lunedì 20 ottobre 2014

cronache familiari: utopie

"Io voglio abitale in un mondo dove le cose non ti pagavano e ti poltavano via tenta pagale!"

domenica 19 ottobre 2014

cronache familiari: di mattina

- Lorenzo, guarda che sono già tre volte che ti portiamo al pronto soccorso perché ti sei fatto male. Ci vogliamo tornare un'altra volta?
- Tì, ma non ci tono mai andato di mattina!

sabato 18 ottobre 2014

vecchie e bellissime

perché siamo creature vecchie e bellissime, anima mia,
non sogniamo più la perla unica in fondo alla notte

sappiamo ridere della scrittura che ci tesse la faccia
mentre ne lecchiamo via i segni con quel gioco di lingua

abitiamo il plesso della nostra clessidra
custodendo interiormente la sonorità

del passaggio



 Anna Maria Farabbi
(da "Abse", Ponte del Sale, 2013)