lunedì 12 dicembre 2011

la compagna


Non ti ho cercata, non ti ho chiesta: sei venuta
e da quando sono nato mille cose ci son state
che ai miei occhi si son date con uguale
semplicità: il Sole, la mattina d'oggi,
questo fiore così gracile che non lo voglio,
il miracolo delle fonti nella calura...
Sei venuta (anche oggi il sole è venuto, e il fiore,
la mattina d'oggi, e le acque...). Allegria
ma allegria tacita, serena
intesa pura, incontro
naturale, naturale come l'arrivo
del Sole, del fiore, delle acque, del mattino,
di te che non avevo cercato né richiesto.
E l'Amore? E l'Amore? E l'Amore?
....................................................- : Sei venuta.

Sebastiao da Gama
da "Campo aperto" (1950), trad. di L. Stegagno Picchio

4 commenti:

kkzk ha detto...

..fresca...

amanda ha detto...

acqua da bere in estate :)proprio così

kkzk ha detto...

come scivola..no le parole. bella proprio

NATAKARLA ha detto...

Testo favoloso che mi conservo, autore che vale la pena di
approfondire.
Grazie Sergio.