lunedì 26 luglio 2010

su una poesia di milo de angelis


Segnalo un bel post sul blog di Daniele Barbieri, a proposito di questa bellissima (e oscurissima) poesia del grande Milo De Angelis.



Questi succhi
del paradiso che urla ancora
nutrono un’intera ciurma e anche
il più decrepito, pozzanghera della
propria valle, si farà giustizia
nessuno declina
l’invito
sono nati
per tutto l’inverno, con una bocca
in guerra e una bocca perfetta, vicinissime
al pane
e
nei pazzi giungerà l’universo,
quel silenzio frontale dove erano
già stati.

Milo De Angelis (da "Millimetri", 1983)

3 commenti:

amanda ha detto...

bello il post che ci hai indicato e bella l'immagine che hai scelto di accompagnare ai versi

síkbarajzolhatógráf ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
síkbarajzolhatógráf ha detto...

sento delle persone parlare una lingua che non conosco..
e ascolto.. ascolto
ascolto