giovedì 27 gennaio 2011

purezza

La purezza è l'inversione maligna dell'innocenza. L'innocenza è amore dell'essere, sorridente accettazione dei nutrimenti celesti e terrestri, ignoranza dell'infernale alternativa purezza-impurità. Di questa santità spontanea e come naturale, Satana ha fatto una scimmiottatura che è somigliante ed è tutto il contrario: la purezza. La purezza è orrore della vita, odio dell'uomo, passione morbosa del nulla. Un corpo chimicamente puro ha subito un trattamento barbaro per pervenire a un simile stato assolutamente contro natura. L'uomo cavalcato dal demone della purezza semina intorno a sé la rovina e la morte. Purificazione religiosa, epurazione politica, salvaguardia della purezza della razza, sono numerose le variazioni su questo tema atroce, ma tutte sboccano in infiniti crimini, il cui strumento privilegiato è il fuoco, simbolo della purezza e simbolo dell'inferno.

(Michel Tournier, Il re degli ontani)

2 commenti:

amanda ha detto...

che straordinaria definizione dell'innocenza

sergej ha detto...

non c'entra niente, ma a quanto pare questo dovrebbe essere il post numero 1000 del mio blog.
essendo astemio, non posso brindare, ma comunque mi complimento con me stesso e porgo le mie più sincere scuse e i miei più sentiti ringraziamenti a chi ha sopportato la mia grafomania.