domenica 30 novembre 2014

di questa notte

di questa notte raccolta sotto i piedi
trattengo a me la forma meno dolorosa della tua assenza
raccontami del bottone succhiato -
nel gesticolare apparenza
fabbricando poesia
nella forma aperta delle tue braccia
dove si fa spazio l’ansa ripetuta delle tue pupille
mentre diventiamo – perfettamente condivisi


1 commento:

amanda ha detto...

meraviglia