giovedì 23 ottobre 2014

"lontano, ero con te..."

E se per esempio ti dicessi
che sono io a non sapere che cosa
dire – che le parole fanno groppo
e quello che a te arriva è un balbettio
francamente penoso – se ti dicessi
che la tua voce è scesa a perpendicolo
e ha colpito con precisione
se ti dicessi che anche la luce
era diversa dopo averti parlato

ecco magari non mi crederesti
e allora tutto ciò che posso dirti
è che non sei soltanto
una voce – che sei il nocciolo di me
sei la mia carne lontana
il mio dolore più dolce.

2 commenti:

Alfredo ha detto...

Bellissima

amanda ha detto...

bella