venerdì 11 giugno 2010

topografie


No, la foto non c'entra: era solo per darvi un punto di riferimento.
Cliccate qui e scorrete in basso, finché la trovate.
A presto per aggiornamenti.



P.S.: comunque, quello alle mie spalle è il Pian Grande, a Castelluccio di Norcia. Posto splendido, specialmente ora che è stagione di fioritura. E poi si mangia da dio.
(Tanto per dire che anche la poesia ha lo stomaco).

7 commenti:

lillo ha detto...

beh è una magnifica notizia. fammi sapere poi che mi procuro il libro. però, sarò di parte, le cose migliori erano evidentemente le tue. parlare di pari merito mi pare eccessivo.

lil ha detto...

ps. finalmente che ti si vede in faccia! :)

sergej ha detto...

ti faccio sapere, antonio, e ovviamente il libro te lo procuro io.

ewa ha detto...

congratulazioni !

non avevo dubbi che prima o poi sarebbe accaduto qualcosa del genere

amanda ha detto...

Il resto grigio
ispido pelame
infestato dagli occhi e dai tamburi

Questo verso è bellissimo

sergej ha detto...

grazie, amanda...
se ti interessa, altre poesie e prose di quella serie le ho pubblicate tempo fa sul blog:

http://ruminazioni.blogspot.com/2009/01/vecchia-poesia.html

http://ruminazioni.blogspot.com/2009/01/la-citt-dei-topi-volte-mi-chiedo-se-sia.html

http://ruminazioni.blogspot.com/2009/01/new-york-corollari-poetici.html

http://ruminazioni.blogspot.com/2009/02/ancora-su-new-york.html

http://ruminazioni.blogspot.com/2009/02/la-casa-di-louis.html

amanda ha detto...

grazie per i link le leggerò sicuramente