lunedì 23 gennaio 2012

recensioni in pillole 153/155 - fumetterie varie

Edogawa Ranpo / Suehiro Maruo, La strana storia dell'Isola Panorama, Coconino 2011 (271 pp., € 19,50)

Lorenzo Mattotti, Chimera, Coconino 2011 (56 pp. non num., € 22)

Daniele Barbieri, Il pensiero disegnato. Saggi sulla letteratura a fumetti europea, Coniglio Editore 2010 (245 pp., € 20)

Che cosa si è disposti a sacrificare, pur di creare un paradiso? È il problema che si pone Hirosuke Itomi, il protagonista di “La strana storia dell'Isola Panorama”. Scrittorucolo di scarso successo, nel Giappone di fine anni Venti, per un seguito di circostanze si ritrova ad impadronirsi con l'inganno di un'enorme ricchezza, e la usa per realizzare il suo sogno: costruire, su un'isola, una sorta di paradiso artificiale, un eden da esteta, raffinato e perverso, grottesco e decadente.
Per realizzarlo, passa sopra tutto, compresa la vita altrui, e infine anche la propria. Tratto da un romanzo di Edogawa Ranpo (uno dei pionieri della letteratura poliziesca in Giappone), è disegnato da Suehiro Maruo con uno stile nitidissimo, persino inquietante nella sua adamantina perfezione, infuso di ricordi dell'arte sia giapponese, sia occidentale (da Bosch agli impressionisti, dal manierismo al liberty).

“Chimera” è la rielaborazione di un'opera intitolata “Il segreto del pensatore”, che Lorenzo Mattotti pubblicò nell'ormai lontano 1994.
Difficile, se non impossibile, riassumerla. Semplicemente, nella prima tavola, un uomo si stende sotto un albero e comincia a guardare il cielo. Le successive cinquanta tavole non sono altro che la sua fantasticheria: forme che si trasfigurano, si sfaldano, si compattano, seguendo gli estri di un'immaginazione visionaria che trova nell'inchiostro di china un medium di straordinaria duttilità.

Per la conoscenza di queste due opere, debbo ringraziare l'amico Daniele Barbieri, che ne ha parlato sul suo blog (qui, qui e qui: nei link, potete vederne anche alcune immagini).

E colgo l'occasione per segnalare anche il suo “Il pensiero disegnato”, una bella scelta di saggi, selezionati fra i tanti che nel corso di quasi trent'anni Daniele ha dedicato al mondo delle nuvole parlanti. Da Tex a Tintin, da Magnus alla ligne claire, dal gruppo Valvoline a Dylan Dog: per un appassionato come me, una vera festa degli occhi e della mente.

1 commento:

Vincenzo ha detto...

Buone indicazioni. Da verificare