martedì 17 gennaio 2012

poiein


Una volta iniziato il gesto del fare
ogni parola è un trivio

di voi
..........chi ha ricevuto nella bocca
una lingua gravida

può alzare il volto ai segni
rendere gli occhi in gratitudine.

2 commenti:

amanda ha detto...

mi hai disorientata, c'è qualcosa di fortemente evocativo in questi versi, ma li rincorro di più non so

Fiorella D'Errico ha detto...

Vero: per chi dà importanza al nominare ogni parola è un trivio di scelte possibili. E si partorisce con stento la parola-figlia, proprio quando si ama di più.