venerdì 15 aprile 2011

bocca mia statte zzitta


- La maestra ha detto che noi a Gesù gli dobbiamo dire: "scusa!".
- E perché?
- Perché lo abbiamo messo in croce.

8 commenti:

amanda ha detto...

ahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh

il succo del cattolicesimo l'instillazione del complesso di colpa fin dalla più tenera età


loro però il complesso di colpa si sono scordati strada facendo cosa sia

Paolo1990 ha detto...

Il "bello" è che non è soltanto un'idea folle della maestra, ma proprio un principio stabilito dal Catechismo della Chiesa cattolica (Parte I, Sezione II, Capitolo II, 598).

Paolo

ghzk ha detto...

? ? ma la tua bimba non ha quattro anni ?....da compiere in agosto ?

sergej ha detto...

Prosieguo della conversazione:

- Ma no, non siete stati voi, sono state altre persone, tanti anni fa...
- Ma l'ha detto la maestra!

A questo punto, che cosa fare, mettere in crisi l'autorità docente dicendole che la maestra sbaglia? Fare una piazzata a scuola (facendola sentire in imbarazzo con i compagni)? Ritirarla da religione (mia moglie non sarebbe d'accordo, e ne abbiamo comunque già parlato)? Aspettare che sia grande?
Mah...

(@ghzk
Sì, quattro ad agosto. Lo sanno che vanno presi da piccoli, sennò non funziona...)

sergej ha detto...

poi, prima o poi qualcuno mi dovrà spiegare perché, per redimere i peccati passati, presenti e futuri, gesù doveva incarnarsi e morire sulla croce.
che dio complicato abbiamo...

Daniz ha detto...

Io non sono credente punto ma, tolta la maestrina fondamentalista islamica, la via crucis andrebbe sgravata del potere temporale della chiesa ed anche di quello d'egemonia metafisica per approdare a quello che è, una bella lezione sull'uomo. E' già una bella presa di posizione, lo sappiamo, voler sobbarcarsi la pena di tutti gli omini, infatti nessuno ne è capace, nemmeno di portare la propria di croce. Non è un caso che il cristo sia idealizzato figlio di Dio e in quanto tale Dio stesso.
Personalmente, credo ed ho incontrato persone manchevoli di egoismo, nel loro piccolo quotidiano, gente vera. Nessuno ha vissuto né bene né decentemente. che è pari pari una via della croce.

Concludendo, anche se la lezione è più che mai veritiera, penso che per una povera bambina che sta vivendo il periodo più potente e desiderante della propria vita questa lezione è eccessiva e inutile, e serve, come sappiamo, soltanto a ingenerare quel senso liberticida e abortivo che è il senso di colpa.

amanda ha detto...

ora puoi sempre prendere il cd di roy paci con malarazza e metterla ripetutamente quando la bimba gira per casa, così bilanciamo gli input :)

ghzk ha detto...

spero che la bimba si accorga al più presto che là fuori c'è una folla di maestre maestri maghi papi pastori e guide spirituali che sparano altrettante cazzate ognuno la sua