lunedì 11 ottobre 2010

lampi - 72


Il polpaccio sinistro, compresso nel gesto di accavallare le gambe. Sotto il bianco della pelle traspare una vena, un brevissimo tragitto azzurro e guizzante, subito sommerso.
La gravità della situazione diventa evidente quando si rende conto di essere innamorato anche di quella vena.

4 commenti:

amanda ha detto...

è proprio questo l'amore :)

lillo ha detto...

cominciano a diventare qualcosa di serio questi lampi, sai? anche come mole.

sergej ha detto...

si vede che il formato mi stimola...

amanda ha detto...

ormai è un vero temporale :)