mercoledì 23 giugno 2010

promemoria


Semplice, limpido, efficace, come solo lui sapeva essere.


Ci sono cose da fare ogni giorno:
lavarsi, studiare, giocare,
preparare la tavola
a mezzogiorno.

Ci sono cose da fare di notte:
chiudere gli occhi, dormire,
avere sogni da sognare,
orecchie per non sentire.

Ci sono cose da non fare mai,
né di giorno né di notte,
né per mare né per terra:
per esempio, la guerra.

Gianni Rodari

3 commenti:

amanda ha detto...

chi sa parlare ai bambini sa parlare

Marco Bertoli ha detto...

E sa anche disegnare:

http://archiviocaltari.wordpress.com/2010/03/19/gianni-rodari-illustratore/

Ipofrigio

sergej ha detto...

belli quei disegni, non li avevo mai visti.
un po' mirò un po' saul steinberg.