lunedì 31 agosto 2009

sorprese


Sapete qual è la cosa più mortificante per un critico musicale? Ascoltare un disco e, dopo due o tre minuti, sapere già che cosa conterranno i prossimi pezzi. Purtroppo capita spesso, troppo spesso.
Per questo, quando si incontra qualcosa di sorprendente, è sempre una boccata d'aria fresca.
A me è capitato con gli AlasNoAxis, uno dei tanti gruppi di quel genio della batteria che è Jim Black. Il loro ultimo disco, "Houseplant", appena uscito per la Winter&Winter, è una delle cose più belle degli ultimi mesi.
Riuscite a immaginare qualcosa a metà tra il jazz e i Sigur Ros?
Se non ci riuscite, ascoltate qua:

3 commenti:

mxnvr ha detto...

bellissimo

Roberto ha detto...

Giusto per sbandierare un'opinione diversa: mi erano piaciuti molto di più i primi album, questo l'ho trovato prevedibile.....

sergej ha detto...

Io avevo sentito Black in parecchi altri contesti, ma non in questo, e sono rimasto piacevolmente sorpreso. Vedrò di procurarmi i loro dischi precedenti.