giovedì 4 novembre 2010

il mondo ci ama


Pensavo alle recenti figure di merda che ci ha fatto fare il Silvio, a Ruby e al bunga-bunga e al "meglio questo che gay".
E mi è venuto in mente che lo scorso weekend ero a Manchester, a parlare in un convegno.
Si parlava del lavoro degli interpreti/mediatori culturali, professione importantissima (pensate ad esempio alle scuole con bambini stranieri, agli immigrati interrogati in questura o processati nei tribunali, alle tante donne straniere che partoriscono nei nostri ospedali...) e che all'estero è riconosciuta e regolata con concorsi, albi pubblici, ecc. ecc.
Qualcuno mi ha chiesto come fosse regolata la professione in Italia. E io ho dovuto ammettere che non è regolata, che esistono le scuole ma non sono legalmente riconosciute, che non c'è un albo professionale e che comunque moltissima gente lo fa senza averne le qualifiche.
"Insomma, la situazione è piuttosto nebulosa", ho concluso.
Risata generale.
"Come del resto un po' tutto, in Italia", ho aggiunto.
Nessuno ha avuto niente da ridire.

Insomma, pensavo che il Silvio non sta lì per caso. Sta lì per una logica, consequenziale catena di cause ed effetti.

5 commenti:

amanda ha detto...

tristessa

sergej ha detto...

l'impatto con l'estero su di me ha sempre un effetto deprimente.
ti giuro che certe volte mi viene voglia di mollare tutto, prender su moglie e figli e andarmene a vivere in un paese civile.

amanda ha detto...

qualche anno fa ho avuto un'esperienza di lavoro per un gruppo europeo che si occupava di genetica della sordità,io raccoglievo dati per l'italia e ci incontravamo ogni sei mesi, era un altro lavorare professori che sono noti a livello internazionale discutevano da pari con noi, ci ascoltavano, apprezzavano le proposte, fantastico. Ci vorrebbe più coraggio, non l'ho avuto allora, ora sono vecchia

sergej ha detto...

l'italia è un paese in decadenza.
io ho fatto l'errore di non andarmene quando potevo, appena laureato, a 25 o 26 anni.
ora ho moglie, figli, un lavoro fisso... sarei un pazzo a mollare tutto e andarmene all'avventura.
però ti giuro che certe volte la tentazione mi viene.

msss ha detto...

è sintomatico che da quando c'è lui al potere l'argomento principale sia "la spazzatura"