venerdì 25 settembre 2009

parlar chiaro


Finalmente: qualcuno dice le cose come stanno. Era da tempo che non leggevo un esempio di fascismo così limpido ed esplicito.
Tratto da qui.

"Non riesco a capacitarmi del fatto che si tolleri con tanta leggerezza il proliferare di giornali nuovi, vedi quello di Marco Travaglio, l’uomo più viscido della sinistra disfattista e sempre alla ricerca di nuovi modi per indebolire il premier, vista la continua ascesa dello stesso nel consenso degli italiani. Possibile che l’avvocato Ghedini non riesca a trovare un reato plausibile per la chiusura di queste «vipere» che strisciano con il continuo intento di mordere il premier e causarne la morte politica? Un giornale che palesemente offende e denigra il capo del governo va subito chiuso. Lasciamo poi le critiche a chi è nato per criticare tutti gli avversari politici. Una volta creato l’esempio gli altri giornali di sinistra si guarderanno dal continuare ad offendere il premier e la sua coalizione. Possibile che non si riesca a trovare una norma che preveda l’attentato morale al capo del governo? Io credo che l’unica soluzione a questo continuo stillicidio di calunnie sia quello di rispondere con i sistemi usati (che io non approvo) da Putin nei confronti della Georgia, e della Cina nei confronti dei monaci tibetani: «La forza». Dopo una serie di bastonate inflitte a Franceschini, D’Alema, Travaglio, Santoro e Maurizio Mannoni, si vedrebbero subito i risultati, si vedrebbe il ritorno del rispetto nei confronti di Berlusconi".

3 commenti:

eva ha detto...

questa foto l'hai presa dal film "Fascisti su Marte" ?
(spero che tu l'abbia visto)

sergej ha detto...

Sì, l'ho visto: divertente, anche se preferivo gli sketch televisivi da cui Guzzanti l'ha tratto.

In realtà l'immagine l'ho trovata tramite Google Images.

lillo ha detto...

fascismo duro e puro, non c'è che dire... e io che li consideravo tutti anacronistici questi idioti... invece...