giovedì 24 settembre 2015

l'inattingibilità del noumeno

Sul mio libro di filosofia al liceo
un Reale-Antiseri dalle pagine lucide
c'erano ritratti a piena pagina dei grandi filosofi
a ognuno avevamo attribuito fumetti
ricordo in particolare un Husserl bilioso
dietro le ciglia gli occhiali la barba
gli avevo escogitato un “cazzo guardi?”
che aveva fatto molto ridere gli amici
non l'avevamo studiato comunque
né lui né nessun altro se è per questo
le ore di filosofia si passavano a leggere fumetti
e a studiare solfeggio non certo le Ricerche logiche
c'erano tutto intorno enormi spazi vuoti da istoriare
dove i fenomeni si mostravano in tutto il loro splendore
nei culi che disegnavano curve perfette sulle sedie
e tutto per un breve istante tutto
sembrava davvero a portata di mano.

Nessun commento: